MILANO, VUOLE IL PERMESSO DI SOGGIORNO: UN RICHIEDENTE ASILO PICCHIA I POLIZIOTTI

25

Due agenti feriti in Questura da un aspirante profugo del Gambia. Non aveva con sé le foto e gli è stato spiegato che doveva scendere di un piano per farle

Leggiamo su Il Populista:

Risulta essere di due agenti feriti il bilancio di un pomeriggio di terrore vissuto domenica nei locali della Questura di Milano che ospitano l’Ufficio immigrazione, in Via Fatebenefratelli. Nel pomeriggio D.A., un cittadino del Gambia di 21 anni richiedente protezione internazionale, si è presentato all’Ufficio immigrazione per richiedere il rinnovo del permesso di soggiorno. Non avendo con sé le fotografie obbligatorie per le pratiche, però, al ragazzo è stato spiegato che avrebbe dovuto scendere al piano inferiore dove si trova una “cabina” self service per le foto tessere. Il ventunenne, senza nessun apparente motivo, a quel punto ha iniziato a insultare i poliziotti e si è scagliato contro due di loro colpendoli con calci e pugni.

Uno degli agenti è stato raggiunto da un cazzotto in pieno volto e nella caduta si è procurato un taglio al gomito, poi medicato in ospedale con tre punti di sutura, ricevendo una prognosi di dieci giorni. Il collega, invece, è stato ferito a una mano e i medici lo hanno dimesso dal pronto soccorso con una prognosi di cinque giorni per trauma distorsivo contusivo. Il ventunenne, fermato non senza fatica, è stato accompagnato in carcere in attesa di essere processato per direttissima. Per lui, già in passato destinatario di un ordine di revoca delle misure di accoglienza della Prefettura di Alessandria, l’Ufficio immigrazione ha già richiesto un posto in un centro per il rimpatrio dove dovrebbe essere inviato al momento della scarcerazione.

via Il Populista