Il Sud con Salvini

NO AL PADRE NOSTRO? RIVOLTA!

LONDRA – Dilaga la protesta in Gran Bretagna contro l’oscuramento nei cinema di uno spot natalizio – sponsorizzato dalla Chiesa d’Inghilterra e autorizzato dalle autorità pubbliche di controllo – in cui veniva recitato o cantato il Padre Nostro e che avrebbe dovuto precedere la proiezione del nuovo episodio di ‘Guerre Stellari’. Nella bufera è l’azienda che controlla la pubblicità in tre delle maggiori catene di sale del regno, che ha deciso lo stop per non urtare una supposta sensibilità di fedeli non cristiani e atei.

loading...

A guidare la levata di scudi – al fianco della gerarchia anglicana – e’ il primo ministro David Cameron, che ha definito ”ridicola” la decisione, riporta oggi il Daily Telegraph. Ancor più duro il sindaco di Londra, Boris Johnson: ”E’ oltraggioso. Questa preghiera ha 2000 anni di storia e permea la nostra intera cultura”. Persino l’attore e attivista anti-religioso Stephen Fry ha denunciato l’oscuramento come ”bizzarro e fuori bersaglio” mentre esponenti della comunità musulmana britannica hanno precisato di non sentirsi per nulla feriti dalla recita del Padre Nostro.

Sarah Wollaston, deputata atea dichiarata, ha sottolineato di non vedere alcuna offesa in un spot prodotto dalla Chiesa: ”Non dovremmo rinnegare le nostre profonde radici culturali nella cristianità”

Fonte: qui

loading...

SEGUICI SU FACEBOOK

banner