Il Sud con Salvini

Ora l’Ue blinda Schengen: controlli su chi entra, anche se comunitario

Dopo gli attacchi jihadisti che hanno ammazzato oltre 130 innocenti a Parigi, l’Unione europea blinda la fortezza Schengen.

“Gli Stati membri – si legge nella bozza di conclusioni del consiglio Interni straordinario di domani di cui l’Ansa può anticipare i contenuti – si impegnano ad effettuare i necessari controlli sistematici e coordinati alle frontiere esterne, anche per i cittadini dell’area di libera circolazione”.

loading...

Tra le misure identificate nel documento per rafforzare le proprie frontiere ci sono “l’aggiornamento di database e sistemi elettronici di controllo ai confini con connessioni agli archivi elettronici di Europol e Interpol”, “la registrazione sistematica e la raccolta delle impronte digitali di tutti i migranti che entrano nell’area Schengen, oltre a controlli di sicurezza in base al Sistema di informazione Schengen 2, il database dell’Interpol Sltd ed altri”. L’Unione europea prevede, inoltre, l’impiego delle squadre di intervento rapido (Rabit) e di polizia alle frontiere per garantire un monitoraggio sistematico e controlli disicurezza. “Frontex – si legge nel documento anticipato dall’Ansa – contribuirà alla lotta contro il terrorismo e sosterrà la messa in pratica coordinata della lista degli indicatori di rischio”. Prima della fine dell’anno la missione assisterà, inoltre, gli Stati Membri nell’aumento dei controlli delle frontiere esterne, per individuare foreign fighter e trafficanti di armi.

loading...

SEGUICI SU FACEBOOK

banner