Il Sud con Salvini

Pioggia di bombe russe sul petrolio dell’Isis

I raid aerei russi in Siria continuano ininterrotti. È di oggi la notizia che la Russia ha usato contro l’Isis un nuovo tipo di missile da crociera, il Kh-101.

A scriverlo è stato Rbk citando il Janès Information Group. Gli esperti britannici di questioni di difesa avrebbero riconosciuto il razzo, che si presume abbia una gittata di circa 5.500 chilometri, in un video pubblicato dal ministero della Difesa russo due giorni fa. A lanciare il missile contro i jihadisti in Siria sarebbe stato un bombardiere strategico Tu-160.

Ieri inoltre il ministero della Difesa russo ha reso disponibile un video in cui si vedono i bombardamenti (andati a buon fine) degli aerei di Putin contro le fonti del finanziamento dell’Isis. In particolare, le bombe sono cadute sugli impianti di rifornimento di carburante. Un obiettivo strategico quando si vuole fermare un nemico in guerra. (guarda il video)

loading...

Intanto la Russia ha nuovamente presentato al Consiglio di sicurezza delle Nazioni unite una bozza di risoluzione per coordinare a livello internazionale la lotta contro lo Stato islamico e altri gruppi terroristici.A dirlo è stato l’ambasciatore russo all’Onu Vitaly Churkin, una bozza diversa da quella presentata lo scorso 30 settembre. Secondo Churkin, in questo caso si è tenuto “in considerazione gli ultimi tragici eventi di Parigi e del Sinai” puntando ad ottenere “uno sforzo coordinato da parte della comunità internazionale”.

loading...

SEGUICI SU FACEBOOK

banner