Il Sud con Salvini

PRODI PEGGIO DELLA BOLDRINI: “LO STOP ALLO IUS SOLI È UN CALCOLO SBAGLIATO PER SEGUIRE I SONDAGGI”

loading...

“Non approvare lo Ius soli è un calcolo politico sbagliato basato sull’emozione e non su uno sguardo lungimirante per il bene del Paese”.

Romano Prodi, in una intervista a Repubblica, commenta il dietrofront al Senato sulla legge pro-immigrati: “Se vincerà questa assurda chiusura sulla cittadinanza – spiega il Professore – la gente finirà per votare l’originale. Meglio spiegare le ragioni del provvedimento degno di un Paese civile“.

Invece, secondo Prodi ci si è fatti prendere dal terrore dei sondaggi: “La legge non è passata perché le indagini demoscopiche dicono che il partito che la propone perderebbe due punti di voti”, quindi la stoccata contro il Pd: “Ma li perderebbe perché è inevitabile che siano perduti o perché non si spiegano le ragioni della stessa legge e non ne nasce finalmente un dibattito sul contenuto?”.

Risorse – Insomma, insiste il Professore, “non credo affatto che abbandonare una propria linea a motivo delle indagini demoscopiche sia un fatto positivo” e se il Pd “facesse una seria riflessione in merito, la paura gli passerebbe”.

loading...

Addirittura per Prodi “occorre partire dal presupposto che siamo noi ad aver bisogno di queste persone, che fra l’altro sono qui da anni, parlano la nostra lingua, hanno un lavoro e addirittura, almeno i migliori di loro, ci lasciano per andare a lavorare in altri Paesi”.

Continua: “Questi ragazzi sono una risorsa, fanno lavori che spesso non facciamo. Non contribuiscono in modo positivo solo all’economia presente, ma anche al pagamento delle pensioni future. Dal punto di vista economico non ci sono obiezioni”.

Festa – Quindi Prodi propone di “trasformare l’approvazione dello Ius soli in unafesta della cittadinanza, in qualcosa di solenne; è una questione di diritti che un Paese civile deve avere”.

Certo, ci sarebbero anche i doveri, “ad esempio, non solo la conoscenza della lingua, ma anche un minimo di conoscenza della Costituzione. Tenendo però presente che nel caso dovremmo togliere la cittadinanza a un elevato numero di italiani…”.

Fonte: Qui

loading...

SEGUICI SU FACEBOOK

banner