Il Sud con Salvini

Psicosi terrorismo: San Pietro semivuota e falsi allarmi a Bologna e Roma

loading...

Roma e l’Italia sono esposte al terrorismo cosi’ come Parigi. Il ministro dell’Interno oggi e’ stato chiaro, “dobbiamo guardare in faccia la realta’, non esiste un rischio zero”, ha detto Alfano. E cosi’ nel nostro Paese sono raddoppiati i controlli agli obiettivi sensibili. La paura e’ evidente anche guardano Piazza San Pietro, dove stamane per l’udienza generale del Papa erano presenti poco piu’ di 20 mila persone. La Piazza e’ militarizzata da uomini con giubbotti antiproiettile e mitra.

La Capitale in particolare e’ blindata, con le metropolitane che brulicano di agenti, le pattuglie che effettuano centinaia di controlli. E’ stato addirittura approvato un piano per intercettare e abbattere i droni. Nella notte sono stati effettuati posti di blocco ‘a imbuto’, con controlli a tappeto su tutte le auto in transito. Sono le conseguenze del “livello di allerta 2” deciso dal governo dopo gli attacchi di Parigi. Una misura restrittiva che comporta la possibilita’ di coinvolgere le forze dei corpi speciali dell’esercito.

loading...

Ogni minimo sospetto provoca allarme: solo oggi la ‘psicosi attentati’ ha fatto scattare piu’ volte il protocollo di difesa: falso allarme bomba vicino San Pietro per uno zaino lasciato incustodito, con gli artificieri che hanno isolato la zona. Episodio simile a Bologna, dove un bagaglio abbandonato vicino al primo binario della stazione ha fatto scattare l’evacuazione dell’atrio della stazione. E tra venti giorni inizia il Giubileo della Misericordia.

Fonte: Qui

loading...

SEGUICI SU FACEBOOK

banner