Risse tra migranti e aggressioni ai carabinieri: la violenza non si ferma

474

Un 27enne bengalese, con precedenti penali, Rasel Matubber, irregolare sul territorio nazionale, è stato arrestato per aver prima danneggiato un’autovettura e poi aggredito una pattuglia di carabinieri. All’esito dell’udienza per direttissima, il giovane – che non risulta giunto nel capoluogo ionico nell’ambito degli arrivi all’hotspot – è stato condannato a un anno di reclusione per danneggiamento e resistenza a pubblico ufficiale e rimesso in libertà con l’affidamento alla polizia per le procedure amministrative connesse alla sua posizione di clandestino. I carabinieri erano intervenuti presso la stazione ferroviaria dove Matubber, senza alcun motivo, stava danneggiando un’autovettura. Lo hanno bloccato per condurlo in caserma ma il 27enne si è scagliato contro di loro, minacciandoli.

Ma le cronache continuano a riempirsi di atti di violenza. Un ferito e un cittadino eritreo allontanato: è il bilancio della violenta lite scoppiata all’interno dell’albergo di Pirri, a Cagliari, in cui attualmente sono ospitati numerosi migranti. Alle 22 l’eritreo, ubriaco, ha avuto una discussione con un altro straniero che ha colpito con una brocca. Gli altri migranti che si trovavano nella struttura hanno cercato di sedare la lite e sul posto poco dopo sono intervenuti anche i carabinieri e un’ambulanza del 118. Il ferito è stato trasportato in ospedale, non è grave. Mentre l’eritreo è stato allontanato ed ora i carabinieri stanno valutando la sua posizione.

Risse tra migranti e aggressioni ai carabinieri: la violenza non si ferma