Rom massacrano anziano per una precedenza

Presi a calci e pugni un pensionato e il genero. L'anziano è in prognosi riservata. E i carabinieri non hanno potuto identificare i colpevoli dopo che questi sono entranti in un campo nomadi

289

Una banale lite per una precedenza si è trasformata in una violenta aggressione nei pressi di Bolzaneto, provincia di Genova.

Un gruppo composto da otto nomadi ha assalito un pensionato di 63 anni e il genero di 28 perchè colpevoli di non aver rispettato una precedenza poco dopo il casello dell’autostrada.Pugni e calci, così tanti da provocare un’emorraggia cerebrale al pensionato, che ora si trova in prognosi riservata in terapia intensiva nel reparto di neurologia dell’ospedale San Martino.

Le botte ricevute hanno spaccato il setto nasale al 28enne. I carabinieri sono intervenuti sul posto, e hanno provato a inseguiri i malviventi fino al campo nomadi di Bolzaneto. Le pattuglie però sono state accerchiate da una decina di persone e hanno dovuto rinunciare all’idenficazione, come riportato Genova Today.