Rom occupa case alle anziane: Muoiano o vadano all’ospizio

4106

Un rom che occupa abusivamente una casa a Milano nel quartiere Lorenteggio ha giustificato così la sua azione criminale: “Le anziane cui occupiamo le case o muoiono o vanno all’ospizio”

Sprezzante. Tranquillo di non pagare per l’occupazione abusiva che ha realizzato. Sereno, troppo, quando dice ai microfoni di Tgcom24 che è “giusto togliere la casa ad una anziana che ne ha diritto”.

Siamo a Milano, nel quartiere Lorenteggio. Una zona della città meneghina che conta più di 500 case occupate. Occupate dagli stranieri e dai rom, che controllano gli sposatamenti degli inquilini per occuparle non appena le lasciano libere. Magari solo per qualche ora. Per andare a fare la spesa.

Il servizio realizzato da Enrico Fedocci di Tgcom24 disegna una situazione irrazionale. Irreale, se non fosse documentata dalle immagini. Gli occupanti sono defesi dai centri sociali e dagli antagonisti, che aiutano nei blitz per prendersi le case e difendono gli inquilini abusivi dagli sgomberi della polizia.

E così il rom intervistato si può permettere di dire al microfono che è “Giusto togliere la casa ad una anziana che ne ha diritto. Magari lei ha 80 o 90 anni, dopo due o tre anni muore. La famiglia di abusivi, invece, ha 4 o 5 figli”. E se l’anziana non ha parenti che la possano ospitare? “Vada all’ospizio”, risponde il rom senza vergogna.

Fonte: Il Giornale