Il Sud con Salvini

ROM IN PIEMONTE – Allacciamenti abusivi, pietre contro le auto e bisogni all’aria aperta

loading...

In zona Moncalieri i controlli dei carabinieri hanno portato alla luce un allacciamento abusivo alla rete Enel pubblica. Controlli anche in strada Brandina e a Nichelino

I nomadi di principio diventano antitetici alla loro stessa denominazione perchè non vagano in giro per tutto il continente, ma hanno scelto di stazionarsi in questa Italia che permette loro tutto.  Per fortuna le forze dell’ordine, sempre messe in difficoltà dalla legislazione italiana e da un governo che non le tutela, quando possono intervenire, lo fanno e ammoniscono i furbetti.

In provincia di Torino, a Tetti Rolle frazione di Moncalieri, i carabinieri e i tecnici mandati dall’Enel hanno effettuato dei controlli presso il campo nomadi dato che l’Enel stessa aveva appurato che in zona c’erano consumi anomali ed elevati di energia elettrica. Non essendoci state segnalazioni da parte dei cittadini privati in zona, è stato dedotto un allacciamento abusivo alla rete pubblica. Pertanto, alle 10 di mattina di mercoledì 20 luglio i militari dell’Arma hanno verificato appunto tali irregolarità che sfoceranno, molto probabilmente, in cinque denunce a carico dei rom.

loading...

Sono stati effettuati dei controlli anche nel campo nomadi di strada Brandina in merito a segnalazioni riguardanti il lancio di pietre sullo svincolo San Paolo della tangenziale. Giunti sul posto, vigili e carabinieri non hanno trovato alcuna prova tale da far scattare una denuncia. Ma il motivo della “visita” è stato quello di avvertire i nomadi e di far saper loro che saranno controllati. A Nichelino, invece, i militari dell’Arma hanno controllato anche il campo rom di via Santhià visto che i rom, oltre ad aver rubato quasi un quintale di rame, utilizzano i campi vicini come bagni personali.

Il Populista 

loading...

SEGUICI SU FACEBOOK

banner