Il Sud con Salvini

Roma: 50 presunti profughi nell’Hotel Point di via Flaminia, città in rivolta…

loading...

L’Hotel Point di via Flaminia 988 diventa centro di accoglienza per migranti. La struttura sulla consolare romana, adibita ad hub temporaneo nell’estate scorsa, con il nuovo bando sarà dunque abilitata ad ospitare in modo permanente circa50 richiedenti protezione internazionale. Ad annunciarlo ieri, durante l’incontro in Municipio XV tra Comitati di Quartiere e il Prefetto Gabrielli, il viceprefetto Casaccio.

Intorno alla struttura alberghiera in questi mesi – secondo quanto riportato nella relazione del tavolo per l’ordine e la sicurezza del Quindicesimo – la situazione è stata pressoché tranquilla: “Non si sono registrati particolari interventi” – ha detto la dirigente prefettizia sottolineando il lavoro di monitoraggio costante da parte degli agenti del Commissariato Flaminio, il ripristino dell’illuminazione e il ritiro dei rifiuti – due volte al giorno – da parte di AMA. Ma sul quadro fatto non tutti sono d’accordo.

loading...

“Da mesi abbiamo ricevuto segnalazioni relative a risse tra gli ospiti dell’Hotel e che numerosi sono stati gli interventi da parte del Commissariato di P.S. Flaminio e da parte della Caserma dei Carabinieri di Tomba di Nerone” – ha detto Giorgio Mori del dipartimento immigrazione di Fratelli d’Italia Roma sottolineando come il carattere di “condizione temporanea della presenza” da parte degli ospiti di un hub sia molto diverso da quello della presenza degli appartenenti ad un “centro stabile di accoglienza”, “laddove – sostiene l’esponente di FdI – si è sempre riscontrato fenomeni di spaccio e criminalità e questo fatto avrà inevitabilmente conseguenze sociali e di sicurezza su un’area già di per sé fortemente degradata a causa della prostituzione transessuale notturna.

Una decisione che secondo Mori avrà effetti politici devastanti: “Cala una vera e propria scure sulla trasparenza e sulla credibilità dell’amministrazione prefettizia in relazione agli accordi presi con la cittadinanza dal momento che nel mese di Luglio scorso dalle parole del Prefetto stesso – ricorda Mori – i cittadini avevano potuto avere rassicurazioni sul carattere di temporaneità della struttura”.

Fonte: Qui

loading...

SEGUICI SU FACEBOOK

banner