Il Sud con Salvini

Salah e il fratello segnalati all’Interpol prima degli attacchi di Parigi

loading...

I fratelli Abdeslam, Brahim e Salah, erano stati segnalati all’Interpol prima degli attentati del 13 novembre. Secondo quanto affermato dai media belgi, e successivamente confermato dall’ufficio del ministro dell’Interno Jan Jambon, il 29 ottobre le autorità belghe avevano fornito all’Organizzazione internazionale della polizia criminale, all’Europol e al Sistema d’informazione Schengen (Sis), i dati di 837 persone iscritte nella Sûreté de l’Etat perché segnalate come potenziali foreign fighters.

“Nella lista c’erano due nomi di persone legate agli attentati di Parigi”, ha detto il ministro dell’Interno belga Jan Jambon nel corso di una commissione parlamentare mercoledì. E oggi il suo portavoce ha confermato a Sudpresse che tra le persone segnalate a Interpol, Europol e il Sis c’erano anche i fratelli Abdeslam.

loading...

Brahim è morto la sera degli attacchi facendo saltare in aria la sua cintura esplosiva mentre suo fratello Salah, sospettato di aver partecipato all’organizzazione e all’esecuzione degli attacchi, è ancora a piede libero. La polizia francese lo ha fermato vicino al confine con il Belgio la mattina seguente gli attentati ma non è stato arrestato ed è riuscito a fuggire.

Fonte: qui

loading...

SEGUICI SU FACEBOOK

banner