SALVINI: “VIA REDDITOMETRO, SPESOMETRO E STUDI DI SETTORE”

13

Nei primi 100 di governo “la priorità è quella che la gente mi chiede tutti i giorni: il lavoro. Ma anche l’abolizione immediata della legge Fornero. E cancelleremo tutti gli aspetti odiosi della burocrazia, dal redditometro allo spesometro, agli studi di settore. E semplificheremo anche la legge sulla legittima difesa”. Così il segretario della Lega, Matteo Salvini, in un’intervista alla Nuova Sardegna in cui ribadisce: “Mai, per nessun motivo un’alleanza con M5S. Siamo diversi”.

“Ne ho parlato con l’avvocato Giulia Bongiorno, cancelleremo il reato di eccesso di legittima difesa. Se qualcuno entra a casa tua o nel tuo negozio e ti minaccia con un’arma o attenta alla tua incolumità hai diritto di difenderti sempre e in ogni modo”, dice Salvini. “Bongiorno ha fatto una legge importante sullo stalking che ha tutelato migliaia di donne”.

In merito alle risorse necessarie ad abolire la legge Fornero, “basta chiudere tutti i rapporti che gli italiani hanno con Equitalia. Ci sono mille miliardi di cartelle esattoriali che devono essere riscosse. Siamo sicuri di ricavare da questa operazione solo nei primi due anni 60 miliardi”, spiega Salvini. “Il meccanismo è semplice: chiederemo la rottamazione delle cartelle con il pagamento del 15% del totale”.

Guardando alla Sardegna e all’accordo con Psd’Az, “abbiamo radici autonomistiche comuni. E Il Partito sardo d’Azione ha una lunga storia in questo senso. Era una cosa quasi naturale. Entrambi vogliamo un’Italia federata. Mercoledì”, annuncia Salvini, “andrò in Sardegna per firmare un accordo che non si fermerà al 4 marzo: sarà una base solida anche per il futuro”. Sul referendum per avere il riconoscimento dell’insularità in Costituzione, “condivido il sistema referendario e questo in particolare”, dichiara Salvini. “I temi delle isole e della montagna per me sono centrali. Chi vive in queste aree deve avere maggiore autonomia”.

Fonte: qui