San Bernardino: incubo Isis. Un killer in Arabia Saudita…

Si chiamavano Syed Rizwan Farook e Tashfeen Malik, un uomo e una donna. Lui era stato in Arabia Saudita ed era tornato con una moglie.

274

LOS ANGELES – Si chiamavano Syed Rizwan Farook e Tashfeen Malik, un uomo e una donna, i due killer di San Bernardino, in California. Farook, un uomo tranquillo e educato, non sembrava nutrire risentimenti. Era stato inArabia Saudita ed era tornato con una nuova moglie che aveva conosciuto on line. La coppia aveva un bambino e sembrava vivere “il sogno americano”, secondo un collega che divideva l’ufficio col killer. Non si può dire con certezza che facessero parte di un’associazione terroristica o che fossero simpatizzanti diIsis o di altri gruppi jihadisti, ma l’incubo terrorismo si sta diffondendo a macchia d’olio in queste ore in America. A maggior ragione che i nomi dei due killer sembrano arabi e uno dei due ha questo precedente in Arabia Saudita.

Syed Farook e Tashfeen Malik, armati fino ai denti e in tuta mimetica, mercoledì mattina alle 11 ora locale, hanno aperto il fuoco su un gruppo di persone, uccidendone 14 e ferendone altre 17. Le vittime stavano festeggiando qualcosa o qualcuno negli uffici dello Inland Regional Center, un istituto che offre lezioni individuali di educazione sessuale, dove lavorava da 3 anni lo stesso  Syed Farook.

I due assalitori, fuggiti a bordo di un Suv, sono stati uccisi dalla Polizia dopo un inseguimento durato l’intero pomeriggio. Una terza persona è stata arrestata, ma, precisa il Los Angeles Times, potrebbe non essere in connessione con la sparatoria, che, secondo la Polizia, era stata preparata con un certo grado di pianificazione.