“SAPETE COME REAGISCONO QUANDO AMMAZZANO UN BIANCO?” GIORDANO ABBATTE LA BOLDRINI E TUTTI I BUONISTI

7746

Pubblichiamo Posta Prioritaria, la rubrica in cui Mario Giordano risponde alla missiva di un lettore. Caro Mario, non so se nella nostra bella rubrica puoi pubblicare una foto, comunque lo spiego a parole, è successo a Viareggio,per una lite su un parcheggio ed un’offesa («sei una testa di c…»), due sporchi bianchi si sono presi a pugni, purtroppo uno ci ha lasciato la pelle. Tu pensi che la Boldrini,Tutankamon (sai di chi parlo) e tutti i piddini in servizio permanente effettivo vengono a stracciarsi le vesti in Versilia? Non sia mai, il morto non è un nero e perciò non degno di essere nominato. Rai, Mediaset, La7, nessuno riporta la notizia. Neppure Radiopontecianchetta, solo se il morto è un clandestino nero tutti si indignano, ma per favore, mi sai dire chi sono i razzisti?

Pierluigi Magnini Pietrasanta (Lu)

Caro Pierluigi, conosco quella notizia. Se non sbaglio, per altro, non è Viareggio ma Lido di Camaiore. Lite per un parcheggio, probabilmente aggravata dal caldo: lui un professionista, l’altro un anziano distinto. Insulti, botte, il morto. Non so che cosa abbia fatto Radiopontecianchetta, che purtroppo non riesco a seguire con assiduità, quello che le posso assicurare è che io, con le mie povere forze, quella notizia ho cercato di rilanciarla. Ma ha ragione lei: non è passata. Non ha bucato. Soprattutto non ha smosso gli animi dei benpensanti, a cominciare da Boldrini e Tutankamon vari. Nei giorni scorsi ho mandato in onda anche un’intervista molto forte a Federica Raccagni. Probabilmente la ricorderà: suo marito, un salumiere dalla faccia gioviale e serena della provincia di Brescia, è stato ucciso in casa da una banda di delinquenti albanesi due anni fa. La signora Raccagni è una donna fortissima.

È rimasta sola, con due figli, sta lottando da allora per avere giustizia e sicurezza. E faceva più o meno questo ragionamento: perché nessun ministro è venuto da me? Perché Alfano non ha organizzato il Comitato ordine e sicurezza nel mio paese? Perché mi hanno lasciata sola? «Trovo molto bella la solidarietà alla vedova del nigeriano», ha detto Federica. «Ma perché io non l’ho ricevuta?». E con questo penso di aver risposto alla sua domanda sui razzisti, caro Pierluigi. Dopodiché mi lasci ricordare anche un altro fatto: la vedova del nigeriano ha cambiato versione della vicenda e ha ammesso che lei e suo marito hanno aggredito per primi, con calci, pugni e cartelli stradali, quell’ultrà, come del resto i testimoni avevano raccontato fin da subito. Lo so che è lei questa cosa la sa, amico mio. Ma vada a controllare quanto spazio hanno dato alla notizia i giornaloni e avrà delle sorprese da far invidia a Radiopontechianchetta.

Fonte: Qui