SCANDALO ONG, TRAFFICO CONTINUA: PRELEVATI 2.200 CLANDESTINI IN 24 ORE

63

Inchieste per associazione a delinquere per le Ong e arresti di preti e gestori di centri profughi per conto della Misericordia (Vaticano)? Se fate parte dell’organizzazione criminale che gestisce il traffico di clandestini dalla Libia, nulla è cambiato: business as usual.

“Sono circa 2.300 i migranti tratti in salvo nella giornata di oggi nel Mediterraneo Centrale in 22 operazioni di soccorso coordinate dalla Centrale Operativa della Guardia costiera di Roma, del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti”. Lo comunica il comando centrale della Guardia costiera che aprecisa: “I migranti, che si trovavano a bordo di 12 gommoni e 10 barchini, sono stati recuperati da Unità della Guardia Costiera Italiana, assetti del dispositivo Eunavformed e unità di ONG.”

Tradotto dal demenziale linguaggio dei trafficanti umanitari, il Mediterraneo Centrale sarebbe questo:

Le spiagge di Tripoli. Mentre i ‘migranti’ sarebbero questi:

Lo andiamo ripetendo da anni: le Ong sono mero strumento gestito dalla Guardia Costiera. Perché il boss del traffico è a Roma per quanto riguarda il traffico, e un livello ancora superiore per quanto concerne il piano globale. E’ lì che si deve intervenire per rovesciare il Sistema di potere che prima ha eseguito il rovesciamento di Gheddafi in Libia, garantendosi così l’apertura del corridoio Africa subasahariana -> Mediterraneo, e poi l’ultimo governo eletto in Italia, per averne uno ‘collaborativo’. Rovesciarli.