Sempre più degrado a Roma: una rom senzatetto partorisce davanti a San Pietro e Papa Francesco le offre accoglienza

51
Pope Francis caresses a baby as he leaves at the end of his weekly general audience, in St. Peter's Square, at the Vatican, Wednesday, May 29, 2013. The rain hasn't stopped Pope Francis. The 76-year-old pontiff, who lost part of a lung during his youth to an infection, got soaked Wednesday as he braved a brief spring shower to kiss babies and greet crowds at his weekly general audience in St. Peter's Square. Zooming around the piazza in his open-air jeep, Francis had no umbrella or cover over him as he made his way through a sea of brightly colored umbrellas, happily stopping to caress and kiss babies handed up to him. (AP Photo/Andrew Medichini)

Un nuovo episodio di degrado lascia senza parole i romani. Ieri notte una senzatetto romena di 35 anni ha partorito su un marciapiede in piazza Pio XII, proprio davanti al colonnato diSan Pietro. Secondo quanto riferito dalla questura la donna è stata addirittura aiutata a partorire da una poliziotta e da alcuni suoi colleghi. Ora papa Francesco le offrirà ospitalità attraverso l’elemosiniere pontificio Conrad Karjevski.

La donna, era accasciata a terra verso le 2:30 quando è intervenuta la poliziotta che durante un pattugliamento nella zona si è accorta dei suoi lamenti. Sul posto sono subito intervenute pattuglie delle Volanti e dell’Ispettorato Vaticano. La poliziotta ha così aiutato la giovaneromena a dare alla luce una bambina, mentre i colleghi dopo aver rimediato una coperta si sono disposti intorno per ripararla. Tutto è avvenuto prima dell’arrivo dell’ambulanza. Gli operatori del 118 non hanno potuto far altro che caricare madre e figlia e portarle, finalmente al caldo, nell’ospedale Santo Spirito. “La mamma e la neonata – ha assicurato il portavoce delal Santa Sede, padre Federico Lombardi – stanno bene”.

Questa mattina l’arcivescovo Krajevski è andato a visitare la donna e la neonatae ha portato loro a nome del Papa l’invito a essere ospiti per un anno della Casa per ragazze madri che il Vaticano ha affidato alle suore di Madre Teresa nel quartiere Primavalle.“Anche in passato – ha precisato Lombardi – l’elemosiniere aveva offerto la stessa ospitalità alla donna, che però aveva rifiutato di trasferirsi. La signora ha però potuto usufruire delle docce e degli altri servizi che papa Francesco ha messo a disposizione dei clochard nella zona del Vaticano”.

Fonte: Qui