Il Sud con Salvini

“A SIRACUSA REGALANO I PERMESSI”; QUEL TRUCCO DEI MIGRANTI PER AVERE ASILO POLITICO

loading...

Lo abbiamo detto e ripetuto cento volte. Il sistema della concessione dei permessi di soggiorno ai migranti che sbarcano in Italia e chiedono asilo va rivisto.

E pure velocemente. Lo dimostrano gli stupri di Rimin e Roma, perpetrati da immigrati che avevano ottenuto un particolare permesso di soggiorno per motivi umanitari che solo l’Italia rilascia (e gli altri stati Ue non hanno).

Il trucco dei migranti

Ma oggi emerge un altro dato preoccupante. Come racconta Franco Bechis su Libero, infatti, ci sarebbe una sorta di passaparola tra migranti i quali chiedono tutti di essere mandati in provincia di Caltanissetta per essere ascoltati dalla Commissione territoriale per la concessione del diritto di asilo. Il motivo? Gira voce che lì i commissari siano di manica larga e che in qualche modo sia più facile ottenere i documenti.

loading...

I dati di Siracusa

Per la precisione gli immigrati in Sicilia vorrebbero andare a Pian del Lago, vicino a Caltanissetta. “Lì hanno una commissione dal cuore buono, che accetta molto più che in altre parte di Italia di riconoscere lo status di profughi,perlomeno per motivi umanitari”, ha spiegato un poliziotto a Libero.

È vero? Dati su Pian Del Lago non esistono ma di Siracusa, provincia da cui dipende, sì. E allora si scopre che se in Italia il 60% delle domande avanzate dai presunti profughi viene respinta, solo il 5% ottiene asilo, il 14% riceve “protezione internazionale” e un 21% quella farlocca assistenza “umanitaria”, a Siracusa le percentuali sono completamente diverse.

E ovviamente a favore dei migranti. Qui solo il 25,4% delle domande (contro il 60% a livello nazionale) viene respinto e quelli che ottengono lo “status di rifugiati” sono il 12% (ovvero il doppio rispetto al resto d’Italia).

Fonte: Qui

loading...

SEGUICI SU FACEBOOK

banner