Slovenia: barriera anti-clandestini non è più provvisoria

116

Doveva essere soltanto una barriera tecnica quel filo spinato posto lungo la frontiera sloveno-croata nel sud est del Paese per contenere l’ondata dei clandestini.

Slovenian soldiers erect a razor-wired fence on the Croatian border in Gibina, Slovenia, Wednesday, Nov. 11, 2015. Slovenia has started erecting a barbed-wire fence on the border with Croatia to prevent uncontrolled entry of migrants into the already overwhelmed alpine state. (ANSA/AP Photo/Darko Bandic)

Ma in poche settimane è stato esteso lungo tutto il confine, anche dove, per ora, di clandestini non c’è ombra, come in Istria, all’altezza del fiume Dragonia. Meglio prevenire che curare.