Il Sud con Salvini

STERZATA DELLA CDU TEDESCA:”SIAMO DECISI A RIDURRE SENSIBILMENTE CON MISURE EFFICACI L’AFFLUSSO DI PROFUGHI IN GERMANIA”

loading...

Venerdi’ scorso i rappresentanti della Cdu a livello nazionale, regionale e comunale hanno potuto osservare come un partito puo’ smontare il suo segretario e distruggere le sue aspettative di poter diventare prima o poi cancelliere, scrive l’opinionista Guenter Bannas sul quotidiano “Frankfurter Allgemeine Zeitung” riferendosi al congresso dell’Spd e alla problematica rielezione di Sigmar Gabriel alla guida del partito.

Il fatto che l’Spd continui a seguire le raccomandazioni di Gabriel – nella politica relativa ai rifugiati, sulla Siria e sull’accordo di libero scambio Ttip – non basta a cancellare lo stato di disordine che regna tra i socialdemocratici, sostiene Bannas. I delegati dell’Spd, infatti, hanno fatto sapere che di fatto non sosterranno piu’ Gabriel alle elezioni del 2017. E con questo, l’Spd si è auto-affondato.

Diversamente da Gabriel, invece, la cancelliera Angela Merkel non cerca lo scontro aperto con i membri della Cdu che hanno un’opinione diversa dalla sua. Lo strumento di Merkel non e’ il bastone ma la carota, scrive l’autorevole Faz.

I delegati della Cdu avrebbero potuto tranquillamente trattare Merkel come l’Spd ha fatto con Gabriel: bastava solamente decidere di imporre un “tetto massimo” per i profughi in opposizione col volere della Cancelliera. Ma forse i delegati della Cdu hanno capito che e’ “meglio nessun tetto massimo con la Merkel che un tetto massimo senza Merkel”.

loading...

Questa sera, quindi, al Congresso di partito della Cdu, ovunque si volgera’ lo sguardo, non si fara’ che notare cenni di approvazione. Peter Tauber annuira’, Peter Altmaier anche, cosi’ come Thomas Strobl o Michael Fuchs. Alcuni annuiranno ancora prima di sentire la domanda che verra’ loro posta, l’unica che interessa ai giornalisti: “Sono bastate queste due frasi vaghe per soddisfare il partito?, si chiede l’opinionista Oliver Georgi sullo stesso quotidiano. E si direbbe di sì, anche perchè la Merkel non ha posto un tetto massimo agli immigrati, ma…

“Siamo decisi a ridurre sensibilmente l’afflusso di richiedenti asilo e di profughi con misure efficaci”, si legge nella mozione centrale della direzione del partito e della presidenza, che verra’ oggi approvato dal congresso della Cdu a Karlsruhe. Che nel linguaggio della politica tedesca significa qualcosa di più, perfino, del blocco dell’immigrazione chiesto anzi preteso sia da buona parte della Cdu, sia dall’alleato Csu bavarese al gran completo.

“Il perdurare di questa situazione metterebbe sotto pressione lo Stato e la societa’ anche di un paese come la Germania” sta  scritto nella mozione a firma Angela Merkel, ed è una frase di considerevole virata a destra, per la cancelliera e per i suoi fedelissimi. Finora, infatti, il mantra era “ce la facciamo”. Adesso e’ diventato: “Se ora non facciamo nulla, non ce la facciamo”.

Ma tutto questo bastera’ agli elettori della Cdu critici nei confronti della Merkel e che vogliono un tetto massimo per l’accoglienza dei profughi? A giudicare alla prepotente avanzata di “Alternativa per la Germania” si può tranquillamente rispondere: no.

loading...

SEGUICI SU FACEBOOK

banner