Il Sud con Salvini

STRAGE DI SAN BERNARDINO – L’attentatore voleva colpire Washington

loading...

Farook insieme alla moglie, Tashfeen Malik, ha colpito San Bernardino.

Sotto i colpi delle armi, marchiate dalla fedeltà allo Stato Islamico, sono morte 14 persone.

Un attacco che diventa un attentanto terrorista. Infatti l’Isis ha rivendicato la morte dei civili. Dalle indagini svolte dalla polizia, i due complici si erano radicalizzati. Dopo le prime informazioni trapelate, come un deposito ricevuto dai coniugi di 28.500mila dollari esattamente due settimane prima della sparatoria, che in parte è stata prelevato, e in parte girato sul conto della madre dell’uomo. L’Fbi ha messo sotto controllo anche il padre del terrorista: avrebbe negato di conoscere le intezioni del figlio e non avrebbe denunciato il fatto.

loading...

Inoltre,la Cnn rivela, citando come fonti alti funzionari statunitensi coperti dall’anonimato, che Syed Farook, aveva pianificato con un’altra persona un attentato nel 2012. L’obiettivo era la la capitale degli Stati Uniti d’America:Washington. L’attacco alla fine non fu portato a termine,a seguito di un’operazione anti-terrorismo nel sud della california, dove i dua abitavano, che portò a diversi arresti, sedando così il desiderio di morte dei due killer islamici.

loading...

SEGUICI SU FACEBOOK

banner