Strage di Nizza, cinque italiani dispersi: due coppie di coniugi e una ragazza

815

Si teme per la sorte di Angelo DʼAgostino, Gianna Muset, Andrea Avagnina, Marinella Ravotti ed Elena Gallamini. Il console italiano: “Molti italiani ancora irrintracciabili”

Tra le persone disperse dopo la strage a Nizza, ci sarebbero cinque italiani: due coppie di coniugi e una ragazza. Si tratta di Angelo D’Agostino e della moglie Gianna Muset; diAndrea Avagnina e della consorte Marinella Ravotti; e della giovane Elena Gallamini. Rintracciato, invece, Vittorio Di Pietro, inizialmente tra i dispersi.

In Rete intanto si moltiplicano gli appelli. La nuora dei D’Agostino, che non è più riuscita a contattare i parenti dopo le 21.55 di giovedì sera, ha scritto su Twitter:“Siamo disperati”. La donna ha poi aggiunto che D’Agostino “è un uomo di circa 1,70, pesa 70kg e ha i capelli bianchi. Indossava jeans e una maglietta blu”.

Rintracciato Di Pietro – A dare la notizia del ritrovamento di Di Pietro, invece, sono stati gli amici e i parenti che ne avevano denunciato la scomparsa e avevano chiesto sue notizie tramite i servizi di ricerca sui social.

Il console italiano: “Molti italiani ancora irrintracciabili” – “Non si riescono ancora a rintracciare molti italiani, che quindi risultano al momento dispersi”. Lo ha detto il console generale d’Italia a Nizza, Serena Lippi, che però invita “alla calma”. “Nella calca di ieri sera sulla Promenade des Anglais – aggiunge – molti hanno perso il cellulare e c’è chi non è riuscito a rientrare a casa e ha trascorso la notte fuori. Lavoriamo a stretto contatto con la Farnesina e da Parigi è in arrivo l’ambasciatore italiano”.