SVENTATO ATTENTATO TERRORISTICO IN GERMANIA – Arrestati 3 immigrati siriani

455

Berlino, 2 giug – Potenziali terroristi “nascosti” tra gli immigrati, arrivati con i barconi o magari passati attraverso la rotta balcanica. Che l’Isis utilizzi questa strategia non è certo più una novità e gli ultimi arresti avvenuti in Germania è solo una ulteriore conferma. La procura federale di Dusseldorf ha infatti arrestato tre immigrati siriani sospettati di pianificare una strage nella cittadina tedesca sul modello di quanto avvenuto a Parigi nel novembre scorso, con due kamikaze in azione in zone centrali della città e altri in punti più periferici con armi da fuoco ed esplosivi. L’arresto dei tre potenziali terroristi è stato possibile grazie al tradimento di un quarto uomo della cellula terroristica, Saleh A. siriano di 25 anni, che si è consegnato in una procura francese fornendo i dettagli dell’operazione.

L’arresto dei tre siriani è avvenuto in tre diversi land tedeschi. Si tratta di Hamza C.  di 27 anni, di Mahood B. di 25 e di Abd Arahman A.K. di 31. A quanto si apprende dalle autorità tedesche, Saleh e Hamza si erano arruolati  nell’Isis nel 2014 in Siria, e sempre in Siria sarebbe poi stato pianificato in parte l’attacco sul suolo europeo. Confondendosi tra le migliaia di profughi siriani sono entrati in Turchia, e tra il marzo e il luglio del 2015 sono giunti in Germania passando per la Grecia (era il periodo della Merkel campione dell’accoglienza e dei cartelli “refugees welcome”). Sempre in Germania avrebbero incontrato Mahood, convincendolo a partecipare all’attentato. Nel gennaio del 2016 sempre Saleh avrebbe contattato Abd Arahman, che si trovava in Germania per conto dell’Isis già dall’ottobre del 2014. Arahman avrebbe dunque svolto il ruolo di “basista”, visto che il suo compito era quello di reperire l’equipaggiamento per realizzare le stragi.

Adesso la Germania chiederà alla Francia l’estradizione di Saleh, mentre la procura di Dusseldorf si è affrettata a ribadire che gli arresti non sono da mettere in relazione con gli Europei di calcio che quest’estate si svolgeranno in Francia. In ogni caso non si può negare di essere di fronte ad un nuovo inquietante caso in cui immigrazione clandestina e terrorismo sono strettamente collegati. Dopo i ripetuti allarmi nei mesi scorsi dei servizi segreti di mezza Europa e questo nuovo caso in Germania, non c’è certo da dormire sonni tranquilli in vista di un’estate dove il numero degli sbarchi in Italia è destinato ad aumentare sensibilmente.

Davide Di Stefano

Sventato attentato Isis in Germania: arrestati 3 immigrati siriani