Il Sud con Salvini

TERRORISMO – Arrestati 4 immigrati a Catania: Legami con Al Shaabab

loading...

Continuano le operazioni di antiterrorismo della Digos. Ieri – ma la notizia è stata diffusa solamente in queste ore – le forze dell’ordine hanno perquisito un’abitazione nel quartiere Fasano del Comune di Gravina dove avevano trovato alloggio numerosi cittadini somali, quattro dei quali sono stati arrestati.

Durante la perquisizione al terzo piano dello stabile, gli agenti hanno trovato 22 titoli di viaggio contraffatti, validi per l’espatrio; 29 stick adesivi trasparenti utilizzati per applicare le foto su documenti di riconoscimento; una carta d’identità falsa rilasciata dal comune di Milano. Inoltre, nell’abitazione sono stati rinvenuti numerosi documenti di riconoscimento intestati a cittadini somali non presenti al momento del controllo, che probabilmente servivano da modello per la contraffazione ovvero per essere ceduti a soggetti somiglianti nei tratti somatici per potenziali sostituzioni di persone.

Nell’altra abitazione, situata al quarto piano, erano stati invece nascosti nel doppio fondo di una valigia 7.475 euro e mille e duecento dollari americani, ripartiti in piccoli mazzetti, di non chiara provenienza, e un quaderno e un block notes con all’interno manoscritti nomi, importi di denaro e date.

La suddivisione del denaro contante in piccole mazzette e i conteggi riportati nei libretti sequestrati, fa pensare agli investigatori che si tratti dei corrispettivi versati dai singoli stranieri irregolari al fine di ottenere documenti d’identità falsi validi per l’espatrio.

loading...

Tra l’altro due dei soggetti rintracciati all’interno della stanza in cui si trovavano i documenti falsi, risultavano essere stati foto-segnalati per ingresso irregolare da parte della Questura di Crotone, mentre un minore presente all’interno della citata stanza, non risultava foto-segnalato. Tutti gli altri soggetti stranieri irregolari rintracciati erano stati foto-segnalati fra il 4 ed il 14 dicembre a Lampedusa.

L’attività di polizia giudiziaria ha consentito inoltre di trarre in arresto altri due somali:il custode del contante riscosso e soggetto che si occupava della contabilità, colui il quale riscuoteva materialmente il contante dai singoli stranieri e li alloggiava temporaneamente nell’immobile, di cui aveva la disponibilità, avendolo preso in locazione. A operazione compiuta quattro persone sono state arrestate per reati che, a seconda delle posizioni vanno dalla detenzione di documenti falsi validi per l’espatrio, all’immigrazione clandestina. Due gli stranieri denunciati e 15 quelli trattenuti a disposizione dell’Ufficio immigrazione per gli accertamenti di competenza. Come riporta il Corriere, “una delle ipotesi degli investigatori e quella che i proventi dell’attività potessero servire a finanziare l’organizzazione terroristica somala ‘Al Shabaab“.

loading...

SEGUICI SU FACEBOOK

banner