TIBURTINA DOVE OGNI SERA LE DONNE VENGONO MOLESTATE DA STRANIERI, CLOCHARD E UBRIACHI

4

Degrado, aggressioni e molestie. È questo l’indecoroso spettacolo che si trovano a vivere residenti e passeggeri quando cammminano intorno alla stazione Tiburtina di Roma.

Il Comitato cittadini stazione Tiburtina, sulla sua pagina Facebook, denunciano di ricevere ogni giorno segnalazioni da parte dei residenti su molestie verbali ricevute dalle figlie e dalle signore della zona. “Spesso vengono anche toccate dai vari ubriaconi, parcheggiatori abusivi e rom che stazionano nell’area in attesa che le finte opere caritatevoli gli diano da mangiare e da bere“, si legge sul post.

I residenti si lamentano anche di casi specifici come quello di “un ubriaco che spende decine di euro al giorno in alcolici non ha bisogno di un pasto gratis ma di un aiuto specialistico” oppure del “parcheggiatore abusivo che estorce soldi ai residenti tutto il giorno non ha bisogno di cibo ma di un passaggio alla centrale di polizia più vicina”. E ancora: “Negli ultimi mesi è stato brutalmente linciato un barista durante il suo orario di lavoro, è stata picchiata la portiera di una palazzo”.

“Oltre al problema sicurezza c’è anche un problema di decoro e di sanità pubblica. Ogni sera – prosegue la nota – vengono lasciati per strada distese di posate di plastica nonché cibi di vario genere che finiscono per sfamare i numerosi topi che vivono sotto la sopraelevata. A questo si aggiungono le centinaia di bottiglie di birra nonché i fiumi di pipì che queste persone riversano in strada non avendo bagni a disposizione”. I residenti ricordano, inoltre, che prima dell’estate il prefetto Paola Basilone si era impegnata a emanare un daspo urbano per questi soggetti che deturpano l’area attorno alla Stazione Tiburtina. Una richiesta che viene avanzata anche dal deputato di Noi con Salvini, Barbara Saltamartini che denuncia “molestie, aggressioni, furti perpetrati da immigrati, senzatetto ubriachi, rom e parcheggiatori abusivi senza scupoli” e la situazione si aggrava la sera dopo la distribuzione dei pasti da parte della Caritas.

“Esasperati dalla totale assenza delle istituzioni, il Comitato Tiburtina ha nuovamente denunciato l’insostenibile situazione che quotidianamente sono costretti a subire. Ci auguriamo che questo ennesimo appello non rimanga lettera morta. Per questo – conclude la Saltamartini – chiediamo al Prefetto Paola Basilone di intervenire al più presto per ripristinare ordine, legalità e sicurezza nell’intera zona. Anche prevedendo, come da lei stesso proposto in occasione dell’incontro che ho organizzato lo scorso luglio alla presenza dei comitati, il daspo urbano”.

Fonte: qui

Il post