Il Sud con Salvini

Torino, vicecapogruppo del Pd: via il crocifisso dall’aula del consiglio, è irrispettoso verso le altre religioni; la proposta al voto lunedì…

loading...

Il vicecapogruppo del Pd Silvio Viale ha chiesto espressamente di togliere il crocifisso dall’aula dove si riunisce il consiglio comunale. Non è la prima volta che viene presentata questa richiesta, ma da lunedì prossimo potrebbe essere messa ai voti.

La Sala Rossa del Comune di Torino, dopo una delibera, sottoscritta da Viale del Partito Democratico, potrebbe diventare laica. Il crocifisso potrà essere rimosso se il voto del consiglio comunale sarà favorevole alla proposta espressa da Viale, che come riportato su Torino Today, sostiene che “marchiare” il consiglio comunale con il simbolo della religione cattolica sia un gesto irrispettoso verso le altre religioni e addirittura verso gli atei. “Non è un’azione contro il crocifisso in sè, ma contro la sua presenza in una sala che rappresenta tutti i cittadini, di nessuna o qualunque fede religiosa” ha messo in chiaro Viale.

loading...

Per giustificare questa scelta, nella delibera, viene spiegata la storia della Sala Rossa e viene riportato l’articolo 3 della Costituzione, che sottolinea l’uguaglianza tra i cittadini, senza alcuna distinzione di religione. Da questo punto deriva la conclusione che il crocifisso non avrebbe nessun collegamento con la storia dell’aula comunale, ignorando totalmente il significato che possiede da anni all’interno della cultura italiana e occidentale

Fonte: qui

loading...

SEGUICI SU FACEBOOK

banner