Il Sud con Salvini

Turista italiana fermata al confine tra Danimarca e Svezia: La carta d’identità non basta

Il ripristino dei controlli alle frontiere interne dell’Unione Europea “miete” le sue prime vittime.

Un controllo dei passeggeri su un treno al ponte tra Svezia e Danimarca

E, curiosamente, c’è anche una turista italiana.

Nella confusione seguita alla reintroduzione del controllo dei documenti sul ponte di Oresund, che collega la Danimarca alla Svezia è rimasta bloccata una connazionale che non è riuscita a superare il confine pur avendo con sé la carta d’identità italiana.

loading...

Come riportano alcuni media svedesi, una turista italiana che dalla Danimarca voleva passare in Svezia non è riuscita a oltrepassare la frontiera poiché la polizia di Stoccolma non ha accettato di farla proseguire con la sola carta d’identità. Forse il rifiuto era dovuto alla pratica, purtroppo diffusa a tutti i livelli in Italia, di rinnovare la validità del documento d’identità non elettronico, con un semplice timbro apposto sul retro: una vidimazione che molto spesso all’estero non viene riconosciuta come valida.

Il suo compagno, che aveva con sè la patente di guida, sarebbe invece riuscito a passare ma ha scelto di rimanere in Danimarca una volta che la donna è stata trattenuta. Parlando con lo svedese Goteborg posten, la turista si è detta stupefatta: “Non capisco, siamo molto scocciati perché siamo cittadini europei e non immigrati, dovremmo poter viaggiare in tutta Europa senza problemi. Questa carta d’identità l’ho usata anche per andare in Egitto.”

Si calcola che nella giornata di ieri poco meno di cento viaggiatori siano rimasti bloccati sul ponte: decisamente pochi rispetto alla media di 8600 persone che ogni giorno lo attraversano. Nel complesso, riferiscono le autorità di Stoccolma e Copenhagen, le operazioni di controllo si sono svolte senza intoppi.

loading...

SEGUICI SU FACEBOOK

banner