Il Sud con Salvini

Usa: compito in classe “non c’e’ altro Dio all’infuori di Allah”, è polemica

loading...

Ancora scuole chiuse negli Stati Uniti per ragioni di sicurezza a causa dell’ondata di proteste provocata dal compito, assegnato dal professore di geografica di una scuola superiore, in cui si chiedeva di provare a copiare la professione di fede islamica in arabo, nell’ambito di una ricerca sulle religioni nel mondo.

Decine di telefonate ed email di genitori, e non solo, arrabbiati per quello che è stato considerato un indottrinamento islamico, hanno provocato la preoccupazione della autorità scolastiche del distretto – che comprende 10mila studenti – che hanno deciso quindi di procedere alla chiusura per oggi come misura di estrema cautela.

loading...

Il soprintendente Eric Bond non si è espresso sul compito assegnato dal professore che ha fatto infuriare molte persone chiedendo di ricopiare la frase “non c’e’ altro Dio all’infuori di Allah, Maometto è il suo profeta”. Il docente, riporta il quotidiano locale, si è difeso dicendo di aver scelto la frase solo per far fare un esercizio di calligrafia araba, senza tradurla in inglese e senza chiedere loro di leggerla né tanto meno recitarla.

Argomenti che non hanno convinto i genitori: “i nostri figli sono stati ingannati quando è stato detto loro che si trattava di un esercizio di calligrafia, non è la calligrafia che conta, è il messaggio”, ha detto una mamma ad una televisione locale, aggiungendo che il professore messo sotto accusa avrebbe anche invitato le studentesse a provare a velarsi il capo con lo hijab.

ADNKRONOS

loading...

SEGUICI SU FACEBOOK

banner