Il Sud con Salvini

Usa, sparatoria in California: 14 morti, 17 feriti. Uccisi due presunti killer

loading...

Los Angeles (California, Usa), 3 dic. (LaPresse/Xinhua) – Due sospetti, un uomo e una donna, sono stati uccisi e un possibile terzo sospetto è stato fermato dopo la sparatoria mortale che ha ucciso 14 persone e ne ha ferite almeno 17 nella città californiana di San Bernardino, presso un centro per disabili. Il capo della polizia Jarrod Burguan ha detto in una conferenza stampa che è stato ritrovato, presso la struttura dove è avvenuta la sparatoria, un ordigno esplosivo.

L’UCCISIONE. Entrambi i sospetti uccisi avevano fucili e pistole. Il loro SUV scuro, sul quale hanno tentato di fuggire, è stato trovato alcune ore più tardi dalla polizia: dopo un inseguimento e una sparatoria con la polizia in una zona residenziale entrambi sono stati uccisi.

loading...

DUBBI SUL MOVENTE. David Boudich, assistant director dell’Fbi, ha detto che ancora non è sicuro se la sparatoria sia un attacco terroristico o meno. Gli assalitori, stando all’analisi della polizia, erano ben preparati e armati: utilizzano maschere da sci e probabilmente erano dotati di giubbotto antiproiettile. Il centro non-profit, che offre servizi per persone con disabilità dello sviluppo serve circa 670 dipendenti e 3.000 famiglie.

LA REAZIONE DI OBAMA. Il presidente Usa Barack Obama è stato informato della sparatoria: “Non dobbiamo pensare che questo è qualcosa che accade nel corso normale degli eventi, perché non accade con la stessa frequenza in altri paesi”, ha detto Obama, che ha già nei giorni scorsi aveva invocato un più rigido controllo sulla circolazione delle armi dopo la sparatoria che, venerdì, aveva portato alla morte di tre persone in Colorado.

loading...

SEGUICI SU FACEBOOK

banner