VIDEO > Islamista tenta di distruggere una statua di donna nuda a martellate

67

Un islamista ha preso a martellate una statua a Sétif, nell’est dell’Algeria, perché rappresentava una donna nuda. I media locali rilanciano il video dell’aggressione  in cui si vede un uomo con una lunga barba e una tunica bianca che al grido “Allahu Akbar” tenta di distruggere la scultura con scalpello e martello. La “vittima” è la celebre statua che sovrasta la fontana di Ain el-Fouara, che è anche il simbolo della città di Sétif, 300 chilometri a est di Algeri. Fu realizzata a Parigi nel 1898 dall’artista francese Francis de Saint Vidal e da lì portata fino in Algeria. Il vandalo, che è un salafita noto in città, è riuscito a distruggere il viso e i seni della statua, prima di essere immobilizzato e portato via dai gendarmi. «Gridava che è haram (ossia ‘vietato’ secondo la sharia islamica, ndr) rappresentare un essere umano, soprattutto se si tratta di una donna nuda», ha dichiarato un testimone al portale di notizie “Observalgerie”, mentre il giornale londinese “Al-Quds al-Arabi” mette in evidenza come “la folla che si è è radunata attorno all’uomo si è limitata a guardare, a scattare voto e a fare dei video”. FONTE

Ecco il video dell’aggressione alla statua.