Migliaia di persone hanno marciato per Varsavia Domenica, scandendo slogan per protestare contro i rifugiati e la politica sull’immigrazione imposta dalla UE.

Mentre marciavano attraverso le strade della capitale polacca , i manifestanti hanno bruciato una bandiera islamista, cantando slogan come “la Polonia per popolo polacco”, “Il Belgio piange, la Francia sta piangendo, questa è la fine della tolleranza”

SOT, Robert Bakiewicz, organizzatore della protesta “In qualità di Stato dobbiamo dire che non accetteremo eventuali migranti perché possiamo vedere le conseguenze che ne derivano. Né lo Stato polacco, né alcun altro stato in Europa è attualmente in grado di garantire la sicurezza dei propri cittadini “.

SOT, Krzysztof Kobylas, un altro organizzatore: “Il governo polacco attualmente dice ‘no’ agli immigrati e afferma che non è d’accordo con la quantità di migranti inviati dall’Unione Europea. Tuttavia, noi preferiamo verificare, preferiamo controllare. Vogliamo che sentano la potenza del nostro respiro sulla schiena, il nostro fiato sul collo.”

Fonte: ImaolOggi