Il tempo passa, l’emergenza profughi si intensifica e le pretese avanzano.

Oltre a sentirsi in diritto di pretendere cibo africano, piuttosto che la wifi come bene primario, si sentono in diritto di inveire contro coloro che li ospitano.

“Siete dei razzisti, tutti gli italiani sono razzisti” gridano in coro, dal quale si distingue una voce: “voglio tornare in Africa”.

loading...